lunedì 6 giugno 2016

Cesarina

Prendendo Via della Cesarina si può arrivare a quello che è ancora conosciuto come il Casale della Cesarina vecchia, oggi sede di una moderna azienda agro-zootecnica. Il complesso è situato in una zona in cui nei secoli scorsi ci furono diversi rinvenimenti archeologici di epoca imperiale, e quella si ipotizzò essere la probabile sede dell’antichissima Ficulea.

Gli stanziamenti abitativi della zona si sono sviluppati in periodi diversi. I primi insediamenti abitati esistenti, come già ricordato, erano fondamentalmente legati alla vita nelle varie ‘Tenute’, sfruttate a fini agricoli e/o di pastorizia.

Attuale sede di un'azienda zootecnica è costituito da una costruzione fortificata nella cui corte sono stati inglobati i resti di una torre medioevale.

La costruzione principale è attorniata da numerosi edifici rurali. Inizialmente conosciuto come casale S. Agata, possedimento della Diaconia S. Agata in Suburbice, ed apparteneva alla famiglia Tebaldi.  assunse l'attuale nome solo dopo il 1536 quando fu acquistato dal cardinale Alessandro Cesarini con altri beni, da lui similmente comperati, ne istituì un fìdecomisso a favore dei Cesarini.

Nel 1825 si fecero nella medesima degli scavi, e si trovarono molti avanzi di antichi, e magnifici edifici.

Nessun commento:

Posta un commento